L’arte Gotica del 1300 e del 1400 a Venezia.

Tra il 1300 e la prima metà del 1400  si diffuse a Venezia uno stile particolare, chiamato “Gotico Fiorito Veneziano”, molto fantasioso, luminoso e sinuoso. L’edificio civile che meglio di tutti ci presenta questo stile è Palazzo Ducale, in cui il motivo del finestrato a traforo e l’inversione tra pieno e vuoto - di solito nelle costruzioni la parte più piena e pesante sta in basso e quella più aperta e leggera in alto, invece qui al piano terreno c’è un porticato, al primo un loggiato e al secondo una parte piena - infusero alla struttura un senso di leggerezza unico.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il Palazzo Ducale venne coperto di affreschi tra il 1409 e il 1414, con artisti esterni di grande fama, quali Pisanello, Michelino da Besozzo (forse) e Gentile da Fabriano, opere oggi quasi totalmente perdute.

 Altri edifici, realizzati con questo stile, arricchito di giochi geometrici curvilinei, dati dall’uso dell’arco inflesso, con cui i costruttori cominciarono a decorare la polifora o finestrato centrale delle “case veneziane”, sono il palazzo Ariani all’Angelo Raffaele, il palazzo della Ca’ d’Oro, quello di Ca’ Foscari e di Contarini Fasan in Canal Grande e altri anche nella parte interna della città, come palazzo Seriman ai Gesuiti e i due Palazzi Soranzo a San Polo. 


Le due chiese, che adottarono lo schema e gli elementi costruttivi comuni agli altri edifici religiosi del territorio, furono la Basilica dei Frari e la Chiesa de San Zanipolo, erette tra il XIV e il XV secolo; alcuni elementi costruttivi tipici dell’architettura gotica, come le colonne a fascio e i pilastri polistili, furono sostituiti da pilastri cilindrici o da semplici paraste; mantenuti invece furono l’arco acuto, tipicamente gotico, e la ricchezza di motivi decorativi plastici e pittorici. 

Altre chiese da ricordare sono quelle della Madonna dell’Orto, de Santa Maria dei Carmini, de San Stefano, de San Giacomo de l’Orio e de Santa Caterina, queste ultime con la copertura lignea “a carena di nave”, elemento caratteristico veneziano.

 

Altri edifici, realizzati con questo stile, arricchito di giochi geometrici curvilinei, dati dall’uso dell’arco inflesso, con cui i costruttori cominciarono a decorare la polifora o finestrato centrale delle “case veneziane”, sono il palazzo Ariani all’Angelo Raffaele, il palazzo della Ca’ d’Oro, quello di Ca’ Foscari e di Contarini Fasan in Canal Grande e altri anche nella parte interna della città, come palazzo Seriman ai Gesuiti e i due Palazzi Soranzo a San Polo. 

In architettura venne coronata la Basilica di San Marco e venne deciso, nel 1422 di prolungare Palazzo Ducale sul lato della piazza, fino a San Marco, continuando lo stile della parte precedente, trecentesca. Nacque così uno stile veneziano svincolato dalle mode europee del momento. Appartengono a questo stile le eleganti polifore a archetti finemente ornati della Ca' Foscari, del Palazzo Giustinian e della Ca' d'Oro, dove un tempo la facciata era anche decorata da smaglianti dorature ed effetti policromi.

images.png

Fast shipping

+39 3479588347

Unknown.png

Free shipping on orders over € 129

Copyright VenicEmotion 2020-  info@venicemotion.it

P.I. IT05098110280